Dimenticare Rodin? La scultura a Parigi, 1905-1914

ARCHIVIO
2009

Wilhelm LehmbruckGrande figure debout© Museum Wilhem Lehmbruck / Photo Fondation MAPFRE, Christian Baraja
All'inizio del XX secolo, Rodin è lo scultore per eccellenza. Le nuove generazioni, in Francia come del resto in altri paesi, cercano di liberarsi dal suo influsso.
Questa mostra di respiro europeo mostra come le ricerche sui volumi anti-rodiniani si affermino con forza sia presso gli artisti classici - Maillol, Bernard, Lehmbruck – sia presso quegli scultori che hanno rappresentato l'avanguardia - Duchamp-Villon, Archipenko, Brancusi-.

Respingendo gli eccessi dell'espressione, un'intera generazione è ossessionata dall'idea della forma e della linea, come rivelano inediti raffronti.

Coordinatrice generale

Catherine Chevillot, conservatrice capo al museo d'Orsay

Coordinamento

Laure de Margerie, documentalista, museo d'orsay
Prof. Dr Christoph Brockhaus, direttore al Stiftung Wilhelm Lehmbruck Museum
Dr Katharina Lepper, conservatrice al Stiftung Wilhelm Lehmbruck Museum


Mostra organizzata dal museo d'Orsay, la Réunion des musées nationaux e la Fundación cultural Mapfre, Madrid, con la collaborazione straordinaria dello Stiftung Wilhelm Lehmbruck Museum, Duisburg
Tale mostra è presentata nell’ambito della stagione Artention France-Nordrhein-Westfalen 2008-2009 e gode del sostegno del Land Renania del Nord-Vestfalia.

La Mostra è altresì presentata a Madrid, Fundación cultural Mapfre, dal 23 giugno al 4 ottobre 2009

Stiftung Wilhelm Lehmbruck Museum, Duisbourg
10 marzo - 31 maggio 2009
Museo d'Orsay

sale 67, 68, 69 e Terrasse Lille

Accesso con il biglietto museo


 

Con il sostegno de
Stiftung Wilhelm Lehmbruck Museum, Duisbourg

Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter