Corrispondenze Museo d'Orsay / Arte contemporanea

ARCHIVIO
2008
Bertrand Lavier / Edouard Manet

Bertrand LavierVetrina – Rue de Sévigné© ADAGP, Paris
Artista francese nato nel 1949, Bertrand Lavier vive tra Parigi e la Borgogna. Segnato dall'opera di Marcel Duchamp e dai "Nouveaux Réalistes", Lavier s'interroga, sin dagli anni settanta, sulla condizione dell'opera d'arte, sull'ambiguità degli oggetti, sul ruolo di trasformazione delle opere esercitato, appunto, dal luogo d'esposizione dell'arte.

Le categorie artistiche sono l'oggetto di un approccio che pone il problema della base in pittura, l'ibridazione ecc… In questo modo l'artista riscopre oggetti ( macchine, armadi, frigoriferi) con ampi e densi aplat di pittura, lasciando questi oggetti utilizzabili, opere che sono l'oggetto stesso e l'immagine dell'oggetto. Sviluppando questo lavoro, Lavier sovrappone e accosta gli oggetti, ridipinge specchi e quadri, interrogando incessantemente le condizioni della (rap)presentazione. Lavier è rimasto sedotto da Lola de Valence de Manet.

Commissario generale

Serge Lemoine, Presidente del museo d'Orsay, con la partecipazione di Olivier Gabet, conservatore del museo d'Orsay.

Avec le soutien de Audi

Audi

22 febbraio - 4 maggio 2008
Museo d'Orsay
Con il sostegno de
Audi

Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter