Corrispondenze Museo d'Orsay / Arte contemporanea

ARCHIVIO
2007
Emmanuel Saulnier / Odilon Redon

Emmanuel SaulnierBen Irakim. Je suis loin© ADAGP, Paris - Emmanuel Saulnier
Artista francese nato nel 1952, Emmanuel Saulnier non ha mai smesso di elaborare e di rivisitare due concetti fondamentali per il suo lavoro: la presenza dell'oggetto e la sua dislocazione. Per Saulnier, l'implicazione fisica dell'opera invita all'occupazione di tutti gli spazi, di tutte le parti comuni. Acuto e poetico, questo sentimento di apprensione nei confronti dell'opera ha come coadiuvanti la trasparenza, la fragilità, l'equilibrio i quali ci ricordano che l'opera suscita un progetto, un pensiero, formando uno spazio di metafore. Nel paradosso dei materiali utilizzati, fragili come il vetro o solidi come la pietra, le sculture di Saulnier mettono in luce un altro rapporto con lo zoccolo, il suolo, la terra, che fa eco a Brancusi. Saulnier ha scelto proprio la figura di Odilon Redon situata al centro della sala dedicata all’artista, rinvenendo in questo pittore il tema della dislocazione interna e della lontananza.

Commissario generale

Serge Lemoine, Presidente del museo d'Orsay, con la partecipazione di Olivier Gabet, conservatore del museo d'Orsay.

16 ottobre 2007 - 6 gennaio 2008
Museo d'Orsay

Accesso con il biglietto museo


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter