Alexandre Charpentier (1856-1909). Naturalismo e Art Nouveau

ARCHIVIO
2008

1

2

3

4

 "Le singolari ricerche di Charpentier in tutti i campi della sua arte"

Bassorilievo
Alexandre CharpentierGiovane donna che allatta il figlio© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski
L'evoluzione della carriera di Charpentier è di per sé singolare. Il giovane artista, pur essendo attratto dalla scultura, si vede costretto ad imparare la tecnica dell'incisione su medaglia alla Scuola delle Belle-Arti. Il suo debutto, a 21 anni, avviene con un minuscolo medaglione raffigurante il ritratto della madre. Il suo primo colpo da maestro, però, nel 1883, è un imponente bassorilievo, la Giovane madre che allatta, in cui la figura è a grandezza naturale.Tuttavia, è proprio a seguito del rimpicciolimento dell'opera e della sua successiva diffusione in varie dimensioni che Charpentier ritorna all'arte della medaglistica. In seguito, a partire dal 1893, l'artista, tramite l'applicazione di questo rilievo ad un armadio per corredo da neonato, opera come decoratore, una strada, questa, che Charpentier sembra proprio intenzionato a percorrere.


Alla fine della sua carriera, Charpentier torna di nuovo alla medaglistica, in particolare per l'Associazione "Amici della medaglistica francese", così come alla statuaria. Sfortunatamente, le sue opere monumentali - Narciso, La Famiglia felice, i monumenti a Charlet e a Zola – sono andati persi. Resta soltanto il rilievo di grandi dimensioni in gres policromo dei Fornai, (Parigi, square Scipion, Vº arrondissement)

"Bassorilievista"

Coperchio di pianoforte
Alexandre CharpentierLa Danza© DR
Ciò che unisce la maggior parte delle creazioni di Charpentier, dalla medaglistica al grande bassorilievo, dall'oggetto in metallo o in ceramica al mobile in legno, è la pratica del rilievo, disciplina nella quale l'artista eccelle. Del resto, è lo stesso Charpentier che ama definirsi "bassorilievista". Possiamo tranquillamente affermare che assieme all'Italiano Leonardo Bistolfi (1859-1933) e all'Americano Augustus Saint-Gaudens (1848-1907), Alexandre Charpentier è stato uno dei grandi bassorilievisti di fine secolo. 

1

2

3

4


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare
Facebook
Google+DailymotionYouTubeTwitter