Mostra al museo

Maximilien Luce, neoimpressionista. Retrospettiva

Dal 28 Luglio al 31 Ottobre 2010 -
Giverny, musée des impressionnismes
Mappa e itinerario
Maximilien Luce-Vue de Londres (Canon street)
Maximilien Luce
Vue de Londres (Canon street), 1893
Collection particulière
© Tous droits réservés / DR

Maximilien Luce nasce a Parigi in una famiglia di artigiani. Attorno al 1880, l'artista, che aveva esordito come incisore, intraprende una carriera pittorica. Nel 1887, Camille Pissarro che condivide le medesime idee anarchiche, lo introduce nel gruppo dei pittori neoimpressionisti e Luce finisce coll'aderire alla tecnica della divisione dei toni. Tuttavia, lungi dall'adottare lo stesso sguardo distaccato di Georges Seurat, Luce descrive con passione l'universo contemporaneo. L'artista predilige gli effetti di luce violenti, dal crepuscolo sulle sponde della Senna agli effetti inediti dell'illuminazione urbana. Non meno lirici, tuttavia, sono i quadri della serie Il paese nero in cui le fiamme degli altiforni illuminano la notte.
Le sue opere raggiungono allora una maestosità di colore che annuncia il fauvismo. Affascinato dai lavori di Haussmann, l'artista evoca altresì l'universo dei costruttori. Installatosi successivamente a Rolleboise nel dipartimento degli Yvelines, Luce trova finalmente conforto e torna a trattare argomenti più sereni. In oltre settanta opere, tra pitture e disegni, e attraverso numerosi documenti storici, la mostra illustra il percorso di uno dei massimi esponenti del movimento neoimpressionista.

The exhibition is now over.

See the whole program