Mostra

Victor Laloux (1850-1937), l'architetto della stazione d'Orsay

Du 26 Maggio au 30 Agosto 1987
Victor Laloux-Gare d'Orsay, coupe transversale. Façade, rue de Bellechasse
Victor Laloux
Gare d'Orsay, façade sur la rue de Bellechasse, en 1898
Musée d'Orsay
© RMN-Grand Palais (Musée d’Orsay) / Hervé Lewandowski
See the notice of the artwork

Victor Laloux, vincitore del Prix de Rome nel 1878, è passato alla storia come il cantore dell'accademismo che ha messo piede in tutte le giurie ufficiali e in tutti gli incarichi presidenziali delle più prestigiose associazioni di architetti e di artisti. Artista eclettico, Victor Laloux è stato anche un prestigioso cattedratico per diverse generazioni di allievi della Scuola delle Belle-Arti. Egli è inoltre l'artista che ha progettato il municipio di Roubaix e quello di Tours, cittadina per la quale ha disegnato anche la stazione.
Nel 1898, gli furono commissionati lavori di risanamento dell'albergo e della stazione d'Orsay.

Nulla fu tralasciato pur di conferire alla struttura esistente un aspetto moderno e raffinato. La fastosa cornice ideata da Laloux e dai suoi collaboratori mischiava in un opulento eclettismo tutti gli stili del classicismo francese, da Luigi XIV a Luigi XV: il risultato fu un vero e proprio trionfo di pietre, di stucchi e di fontane ornamentali.

La stazione d'Orsay, capolavoro del modernismo e dell'industria nel 1900, esercitò un notevole influsso sull'architettura delle stazioni americane. Tuttavia, ben presto, questa stazione si rivelò inadeguata alle nuove esigenze: binari troppo corti, impossibilità di adattarla alle moderne necessità...

L'edificio fu in seguito adibito a vari scopi: funse da centro di accoglienza per i prigionieri nel 1945, il Generale Charles de Gaulle tenne in questa sede la conferenza stampa nella quale annunciò il suo ritorno sulla scena politica nel maggio 1958, Orson Welles vi girò alcune scene del film Il processo nel 1962, fu quindi una casa d'aste, un teatro ed infine... un museo.

In occasione del cinquantenario della sua morte, il museo d'Orsay ha voluto tributare un omaggio all'architetto che ha progettato l'edificio che oggi lo ospita.

The exhibition is now over.

See the whole program