Émile Friant, « Portrait de Charles Worth » [Ritratto di Charles Worth]

Emile Friant
Portrait de Charles Frederick Worth, 1893
Musée d'Orsay
Achat, 2022
© Musée d’Orsay, dist. RMN-Grand Palais / Sophie Crépy
Vedi il bando dell'opera

Il Museo d’Orsay ha acquisito un imponente ritratto di Émile Friant (1863-1932) raffigurante colui che è considerato il padre dell'alta moda moderna: Charles Frederick Worth (1825-1895). Questo ritratto in piedi a grandezza naturale, datato 1893, raffigura il sarto al tramonto della sua vita, nella tenuta sobria e da «artista» a lui cara, e in uno stile spoglio, quasi severo, proprio dei geni creativi.

 

Di origini inglesi, trasferitosi a Parigi ventenne, Worth è oggi considerato il padre della moderna alta moda francese. È stato il primo nel suo mestiere a rivendicare uno status di artista a se stante, il primo a ricevere a casa propria i clienti, nei salotti di rue de la Paix, anziché andare lui da loro; il primo a creare capi che presenta e in seguito vende, senza rispondere a nessuna richiesta specifica; il primo a imporre il proprio gusto ai clienti e a dettare la norma del buon gusto in fatto di abbigliamento; il primo a usare i materiali più cari e a vendere a carissimo prezzo, selezionando così la clientela; il primo a presentare i suoi capi su modelli in carne ed ossa; a organizzare sfilate di collezioni, a volte tematiche, che mettono in scena le sue creazioni due volte l'anno; e infine last but not least,, è stato il primo a far cucire il proprio marchio, a mo' di firma, sui capi.

, Friant, Emile
Emile Friant
Portrait de Charles Frederick Worth, 1893
Musée d'Orsay
Achat, 2022
© Musée d’Orsay, dist. RMN-Grand Palais / Sophie Crépy
Vedi il bando dell'opera

 

Di carattere notoriamente irascibile e autoritario, Worth appare qui nella sua tenuta ordinaria, di un'eleganza discreta da dandy vagamente bohémien. Il ritratto colpisce per la sua sobrietà generale, con lo sfondo uniforme sottilmente animato da un unico effetto di luce, senza pezzi di arredo né simboli di ricchezza, senza niente in comune con la profusione neorococò della residenza privata di Worth. Questa essenzialità contrasta con il carattere molto ricco delle sue creazioni di moda e del suo gusto decorativo. Il ritratto coltiva quindi una certa immagine del genio creativo e solitario, lontano da quella dell'uomo d'affari arricchito, assimilato alla classe sociale della sua clientela.