Musée d'Orsay: Eugène Atget Prostituta in attesa

Eugène Atget
Prostituta in attesa

La Villette, rue Asselin, ragazza di strada che sta di guardia davanti alla sua porta
Eugène Atget (1857-1927)
La Villette, rue Asselin, ragazza di strada che sta di guardia davanti alla sua porta
1921
Stampa su carta all'albumina da un negativo su lastra di vetro alla gelatina bromuro d'argento
Cm 22,5 x 17,8
© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Gérard Blot

La Villette, rue Asselin, prostituta in attesa davanti alla porta


Nella primavera del 1921, probabilmente su richiesta del pittore Andre Dignimont, collezionista di immagini erotiche, Atget ritrae il mondo delle prostitute e dei bordelli in una serie di fotografi e destinate a un progetto editoriale che non verra mai realizzato.

Per l’occasione, colloca la sua enorme macchina fotografi ca nera a soffi etto a Versailles e a Parigi, precisamente nella zona di Fort Monjol, un angolo del XIX arrondissement in cui all’epoca, tra rue Monjol e rue Asselin (l’odierna rue Turot), sorgevano fi le di case basse sempre aperte ai clienti.

Seduta su una sedia di paglia, la donna della foto e immortalata nella sua abituale posizione di attesa, come sottolinea il titolo attribuito all’immagine dallo stesso Atget. La grande sottigliezza dei dettagli e i violenti contrasti ottenuti grazie alla tecnica di stampa inscrivono questa donna nella pietrosita di un luogo che porta le stigmate del tessuto urbano e della marginalita sociale. Il punto di vista leggermente fuori asse, la scacchiera formata dai grossolani blocchi di pietra del selciato e il sottile gioco di linee scavano lo spazio e conducono lo sguardo verso il buco nero della porta.

Questa immagine, identifi cata insieme ad altre da Man Ray, che a partire dal 1926 le riunira in un album, diventera poco dopo la morte di Atget una delle icone della storia della fotografi a, elevando al rango di padre fondatore della modernita l’artigiano coscienzioso e ostinato che aveva immortalato la vecchia Parigi.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare

Facebook
TwitterInstagramYouTube