Musée d'Orsay: Charles Marville Studio di cielo

Charles Marville
Studio di cielo

Etude de ciel
Charles Marville (1813-1879)
Etude de ciel
Vers 1855
Epreuve sur papier albuminé à partir d'un négatif sur verre au collodion humide
H. 30,8 ; L. 43,3 cm
© Musée d'Orsay, dist. RMN-Grand Palais / Patrice Schmidt

Studio di cielo


Cronista uffi ciale della modernizzazione urbanistica messa in atto dal barone Haussmann a Parigi, Marville e anche uno dei grandi “primitivi” della fotografi a, il cui talento si era rivelato negli studi dal vero pubblicati da Blanquart-Evrard all’inizio degli anni cinquanta dell’Ottocento. Inserendosi nella stessa linea, questa stampa appartiene a una serie di studi di cieli realizzata dal domicilio parigino del fotografo e in parte esposta a Parigi e a Londra nel 1857.

Se all’epoca se ne era sottolineato l’interesse che rivestiva per gli artisti, e innanzi tutto perche le nuvole – a meno di non ricorrere a manipolazioni e ritocchi – apparivano ancora di rado in fotografia. Infatti, per ovviare alla diversa sensibilita delle lastre rispetto ai vari colori dello spettro – per cui un negativo esposto in maniera corretta per il paesaggio era il piu delle volte sovraesposto per il cielo −, i paesaggisti erano soliti sacrifi care quest’ultimo dipingendolo di nero sul negativo in modo che apparisse uniformemente bianco, oppure riempiendo direttamente la matrice di nuvole finte.

Collocandosi meta strada fra gli studi pittorici di Valenciennes o Constable e i pastelli di Boudin – il “re dei cieli” che iniziera Monet alla pittura en plein air – queste immagini potevano inoltre essere annoverate tra i primi successi fotografi ci nel campo degli studi in serie delle variazioni atmosferiche.




Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare

Facebook
TwitterInstagramYouTube