Musée d'Orsay: Poeti e musicisti nell'Inghilterra di Oscar Wilde

Poeti e musicisti nell'Inghilterra di Oscar Wilde

Napoléon SaronyRitrato di Oscar Wilde© National Portrait Gallery, London
Soltanto un esiguo numero di artisti e scrittori riusciranno ad influire, con altrettanta autorità, sulla società del loro tempo come gli stessi che, intorno alla metà del XIX secolo, abbracciarono la teoria estetica dell'Arte per l'Arte. In contrapposizione con l'accademismo, questi artisti non si limiteranno semplicemente a proporre un nuovo elitismo ma si faranno portavoce di una nuova spiritualità nell'arte, non tralasciando nemmeno un aspetto dell'attività creativa, che si tratti di arti plastiche, di romanzo e di poesia, di arti decorative, di musica, fotografia, estendendo il loro raggio d'azione perfino alla moda e alla filosofia sociale.
In campo musicale, come in quello pittorico o letterario, la ricerca di un passato glorioso capace di alimentare il presente, s'impone attraverso il risorgere di Purcell e dei suoi contemporanei, di Haendel e della tradizione dell'oratorio in cui Wagner avvertirà il vero spirito della cultura musicale inglese. Una cultura preservata grazie alle competenze che integrano l'apprendimento della musica all'educazione generale nelle università. Da questo punto di vista, il rapporto alla lingua inglese è ciò che accomuna musica sacra e musica profana in un connubio che privilegia una visione del tutto particolare di quest' arte.
Alcune opere di Elgard, Stanford, Dyson, Holst, Vaughan Williams, fisseranno l'immagine di un pellegrinaggio spirituale, alimentato dalle tradizioni nazionali e addirittura topografiche delle Isole britanniche, ricercando nel genio poetico di Blake, Tennyson, Rossetti, i frutti preziosi di una insularità rivendicata.

Serata eccezionale nella navata

Choeur du King's College de Cambridge
Steven Cleobury, direzione
Hubert Parry
My soul, there is a country
Ralph Vaughan Williams
Silence and music
Three Shakespeare Songs

Nicholas Maw
One foot in Eden
Richard Allain
Welcome, all wonders
Benjamin Britten
Five Flower Songs
Richard Rodney Bennett
A flower at sun-rising
William Walton
Where does the utter'd music go?
Set me as a seal

Charles Wood
Hail, gladdening light

 
ven 28 ottobre 2011 - 20h30
Museo d'Orsay

navata

Ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili

Gabriel Woolf, voce recitante
Guy Vandromme, pianoforte
Eric de Kuyper, visual design
Richard Strauss
Enoch Arden, op. 38, melodramma per voce recitante e pianoforte, ispirato dal poema di Alfred Tennyson

Spettacolo in inglese con sopratitoli in francese

"Una colonna sonora senza film": con queste parole il musicologo John Pritchett descrive il monodramma Enoch Arden di Richard Strauss. Il capolavoro dimenticato di Strauss risale al 1897 ed è una composizione per voce parlata e pianoforte. Un brano al pianoforte pensato come una sinfonia e provvisto di "leitmotivs" ritmici accompagna la storia di Alfred Tennyson. La vicenda, ambientata in un villaggio di pescatori, ha come protagonisti due amici, Enoch Arden e Philip Ray, entrambi innamorati di Annie Lee che finisce col scegliere il primo, divenuto marinaio, preferendolo alle ricchezze del secondo che, pur accettando questa decisione, soffre in silenzio. Anni dopo, però, quando a causa di difficoltà finanziarie Enoch è costretto ad imbarcarsi per un lungo viaggio in mare, Philip subentra all'amico occupandosi della sua famiglia priva oramai di ogni sostegno...
La versione musicale che Richard Strauss propone di questa storia sull'amore e sulla devozione, getta in qualche modo un ponte tra il linguaggio dei suoi poemi sinfonici e quello delle sue opere più tardive. Eric de Kuyper ha selezionato frammenti di film che possono essere considerati come variazioni su Enoch Arden. Tali frammenti instaurano un dialogo con la musica e la narrazione.

Production Muziektheater Transparant

 
gio 10 novembre 2011 - 20h00
Museo d'Orsay

auditorium livello-2

Musicisti dell'Orchestra Filarmonica di Radio France
Charlotte Rampling, voce recitante
Gabriel Woolf, voce recitante
William Walton
Façade, divertissement per voce recitante, flauto, clarinetto, sassofono , tromba, violoncello e percussioni su poemi di Edith Sitwell
Ralph Vaughan-Williams
Six Studies on English folk song

 
gio 15 dicembre 2011 - 20h00
Museo d'Orsay

auditorium livello-2


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare

Facebook
TwitterInstagramYouTube