Musée d'Orsay: Charles Gleyre (1806-1874). Il romantico pentito

Charles Gleyre (1806-1874). Il romantico pentito

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

Sopravvivere ad Oriente

Charles GleyreInterno del tempio di Amon, Karnak© Reproduced with permission of the Trustee of the Lowell Institute
Il viaggio di oltre tre anni che ha portato Charles Gleyre dall'Italia in Sudan prima di ricondurlo in Francia passando da Beirut è stato senz’altro la grande avventura della sua vita; per la sua sublime intensità – affascinante e terribile al tempo stesso – esso costituisce un’esperienza fuori dal comune che lo distingue dai suoi colleghi.

Difatti, nel primo trentennio dell’Ottocento, neanche i più coraggiosi si arrischiavano al di là della Grecia – appena liberata dal giogo ottomano –, delle coste turche e del Maghreb colonizzato dalle truppe francesi.
Perciò, la traversata di Gleyre non ha nulla in comune con la comoda missione diplomatica al seguito della quale Eugène Delacroix si era recato in Marocco due anni prima.

Stufo di languire a Roma senza successo da quattro anni, Gleyre si mette al servizio di un ricco viaggiatore e filantropo americano, John Lowell Jr. Costui esonera il suo beniamino da qualsiasi spesa a patto che disegni i siti archeologici visitati e i costumi delle popolazioni via via incontrate.
Se in un primo tempo Gleyre condivide l’entusiasmo del suo mecenate e realizza degli splendidi acquerelli, da Pompei a Luxor, le condizioni sempre più estenuanti e pericolose del viaggio, segnato da dissenterie, insolazioni sotto i 45 °C del deserto nubiano e da una grave infezione agli occhi, finiscono per avere la meglio sulla salute fisica e psicologica del giovane pittore.

Consapevole di mettere a repentaglio la propria carriera al seguito di un uomo impavido dinanzi alla morte – Lowell morirà sei mesi dopo a Bombay – Gleyre si separa dal suo mecenate a Khartum dopo diciotto mesi di cammino insieme. Impiegherà più di due anni a tornare in Francia, rischiando di perdere la vita.

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare

Facebook
TwitterInstagramYouTube