Musée d'Orsay: Ann Veronica Janssens, Hot Pink Turquoise

Ann Veronica Janssens, Hot Pink Turquoise

Contrappunti

Ann Veronica JanssensHot Pink Turquoise© Courtesy the artist, IAC - Institut d'Art Contemporain, Villeurbanne and kamel mennour, Paris/London, photo Blaise Adilon
La pratica artistica di Ann Veronica Janssens, artista plastica belga, potrebbe essere definita come una ricerca basata sull’esperienza sensoriale della realtà.

Mediante diversi tipi di dispositivi (installazioni, proiezioni, realtà immersive, interventi urbani, sculture), Ann Veronica Janssens invita lo spettatore a varcare la soglia di uno spazio sensitivo nuovo, ai limiti delle vertigini e del capogiro.

In un registro ispirato ai processi cognitivi (percezione, sensazione, memoria, rappresentazione), le sue opere tendono verso un certo minimalismo, sottolineando il carattere fugace, effimero o fragile delle proposte a cui ci invita. Spazializzazione e diffusione della luce, irradiamento del colore, impulsi stroboscopici, nebbie artificiali, superfici riflettenti o diafane: tutti mezzi che le permettono di rivelare l’instabilità della nostra percezione del tempo e dello spazio. Le proprietà dei materiali (brillantezza, leggerezza, trasparenza, fluidità) o i fenomeni fisici (riflessione, rifrazione, prospettiva, equilibrio, onde) sono qui rigorosamente esaminati nella loro capacità di far vacillare la nozione stessa di materialità.

Desiderosa di dialogare con l’opera di Monet, l'artista creerà una realtà immersiva e luminosa specifica per la sala del Museo dell’Orangerie. “Mi interesso a ciò che mi sfugge, non per fermarlo nella sua fuga ma, al contrario, per sperimentare l’inafferrabile”. Nel mio lavoro ci sono pochi oggetti. Si tratta di gesti impegnati, perdite di controllo, rivendicati e offerti come esperienze attive. Il mio approccio nasce da questa perdita di controllo, dall’assenza di materialità autoritaria, e dal tentativo di sfuggire alla tirannia degli oggetti”.
Ann Veronica Janssens, 2004

23 gennaio - 29 aprile 2019

Parigi, Museo dell'Orangerie

Date soggette a modifica


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare

Facebook
TwitterInstagramYouTube