Musée d'Orsay: Disegni neoimpressionisti

Disegni neoimpressionisti

Parallelamente alla mostra organizzata al Grand Palais per il centenario della morte di Georges Seurat, il museo d'Orsay ha presentato una selezione di disegni di artisti neoimpressionisti provenienti dalle sue collezioni e da alcune collezioni private.

Come premessa, una decina di disegni di Ernest Laurent (1859-1929) e che si ispirano ad un quadro esposto al Salon del 1884 con il titolo di Scena sulla riva di un ruscello (Beethoven op. 68) , ricordano i rapporti che si allacciarono tra Seurat, Ernest Laurent e Aman-Jean alla scuola delle Belle-Arti ed il loro lavoro realizzato in comune una volta lasciata la scuola.

Più avanti, i disegni di Charles Angrand (1854-1926), Henri-Edmond Cross (1856-1910), Georges Lemmen (1865-1916), Maximilien Luce (1858-1941), Camille Pissarro (1850-1903), Théo Van Rysselberghe (1862-1926) testimoniano, per diversi motivi, l'influsso esercitato da Seurat tanto in Francia, quanto in altri paesi. Facendo volontariamente ricorso ad una tecnica austera - matita nera , matita conté o disegno a carboncino, su foglio bianco - questi artisti hanno saputo trasformare i motivi più semplici ricorrendo soltanto alle modulazioni della luce.

Per concludere, una raccolta di disegni di Paul Signac (1863-1931) mostra i rapporti stretti esistenti tra i due disegnatori. Signac, ai suoi esordi, utilizza la stessa matita di Seurat e porta avanti le stesse ricerche in materia di effetti ottici e di leggi del colore. Dai "neri" di Signac come da quelli di Seurat si sprigiona una sorprendente poesia, pregna di serenità e di nobiltà.

Commissario della mostra

Arlette Sérullaz, conservatrice capo presso il dipartimento delle arti grafiche del museo del Louvre

9 aprile - 7 luglio 1991
Museo d'Orsay

Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare

Facebook
TwitterInstagramYouTube