Musée d'Orsay: "In collaborazione con il sole": Victor Hugo, fotografie dall'esilio

"In collaborazione con il sole": Victor Hugo, fotografie dall'esilio

photographie
Charles HugoVictor Hugo© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski
Victor Hugo si rende ben presto conto delle enormi potenzialità della fotografia e intuisce subito i vantaggi da ricavarne nel campo dell'editoria. In esilio a Jersey, sprona i figli, Charles e François-Victor, e uno dei suoi discepoli, Auguste Vacquerie, ad aprire fin dal 1852 nella loro casa di Marine Terrace, un laboratorio di dagherrotipo, poi di fotografia su carta, riferendosi al quale è giusto parlare di fotografia romantica. Hugo ha in mente di illustrare le sue ultime opere politiche - Napoleone il Piccolo , Castighi e di ristampare le opere precedenti, il Reno, les Orientali. Desideroso di inserire il suo ritratto, scrive a Hetzel, il suo editore, che occorre liberarsi "della pesante e impacciata litografia!"; ma sia la censura che le difficoltà finanziarie determinano il fallimento dei vari progetti di pubblicazione, uno dei quali prevedeva vedute con disegni, paesaggi e ritratti.


Coordinatori

Françoise Heilbrun, conservatrice capo del museo d'Orsay, Quentin Bajac conservatore del museo d'Orsay.
La Casa di Victor Hugo organizzava, in parallelo, una mostra dedicata al fotografo Edmont Bacot ad Hauteville House nel 1862.

27 ottobre 1998 - 24 gennaio 1999
Museo d'Orsay

Sala 8


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare

Facebook
TwitterInstagramGoogle+YouTubeDailymotion