Musée d'Orsay: La fotografia di Girault de Prangey (1804-1892)

La fotografia di Girault de Prangey (1804-1892)

Joseph-Philibert Girault de Prangey Il deserto vicino ad Alessandria d’Egitto.© The Metropolitan Museum of Art, Dist. RMN-Grand Palais / image of the MMA
Da una ventina d’anni, il francese Joseph-Philibert Girault de Prangey (1804-1892) si è imposto tra i maggiori esponenti della fotografia ai suoi esordi. Pittore e disegnatore, archeologo e storico dell’architettura, esperto e appassionato di piante e uccelli rari, egli è infatti uno dei pionieri del dagherrotipo, tecnica che padroneggia perfettamente sin dal 1841 e per mezzo della quale ci ha consegnato un’opera qualitativamente e quantitativamente senza pari, fatta eccezione, forse, solo per l’opera dell’inglese Ruskin recentemente scoperta.

Comprendente ad oggi non meno di 1000 lastre - ma il numero può aumentare dato l’alone di mistero che ancora avvolge la sua opera – questo corpus è stato realizzato prevalentemente tra il 1842 e il 1844, in occasione di un classico viaggio nel bacino mediterraneo, dall’Italia all’Egitto, passando per la Grecia, la Turchia, la Siria, il Libano, Gerusalemme e la Palestina.

Prima monografica organizzata in Francia intorno all’opera fotografica di Girault de Prangey, la mostra del Museo d'Orsay aspira in primo luogo a valorizzare questo corpus storicamente eccezionale, molto originale sul piano sia tecnico che materiale, sottolineandone al tempo stesso le ambizioni estetiche rivendicate al di là dell’iniziale funzione documentale.

Inoltre, attraverso circa 120 dagherrotipi, nonché dipinti, acquerelli, litografie, opere illustrate e stampe su carta, la mostra ricollocherà in maniera inedita i lavori di Girault de Prangey all’interno della sua produzione fotografica realizzata prima e dopo il viaggio. Pressoché sconosciuti, essi saranno analizzati nel contesto francese degli anni 1830-1880 – sul piano artistico e archeologico, ma anche alla luce della diffusione dell’edizione scientifica illustrata e delle società scientifiche di archeologia e di orticultura – per proporre una nuova lettura della personalità di Girault de Prangey e della sua evoluzione come artista e fotografo.

Curatori

Thomas Galifot, conservatore della fotografia al Museo d'Orsay Sylvie Aubenas, direttrice del dipartimento di stampe e fotografia alla Bibliothèque nationale de France

Tutti mecenati. Aziende e privati, sostenete questa mostra con un clic.

3 novembre 2020 - 7 febbraio 2021
Museo d'Orsay
Salle 8 a
Salle 8 c
salle 8b
Salle 9

Aumentare la fonte Diminuire la fonte Stampare

Facebook
TwitterInstagramYouTube