Musée d'Orsay: Józef Mehoffer (1869-1946). Un pittore simbolista polacco

Józef Mehoffer (1869-1946). Un pittore simbolista polacco

Vetrata
Józef MehofferVita somnium breve© Museum Narodowe w Krakowie
Józef Mehoffer è una delle figure più influenti dell'avanguardia che si sviluppa al volgere del secolo con il termine di "Giovane Polonia", appellativo che sta a significare la volontà di rompere, da un punto di vista plastico, con l'eredità del passato. La fama dell'artista, che soggiornò a Vienna e Parigi e che, tra l'altro, aderì alla Secessione viennese, si diffuse ampiamente fuori dalla Polonia quando ancora questi era ancora in vita.

Tuttavia questa apertura non mette in ombra la sua azione militante per il riconoscimento di un'arte nazionale. È nell'arte monumentale che si esprime magistralmente l'impegno dell'artista, come testimoniano gli impressionanti cartoni degli affreschi progettati tra il 1901 ed il 1903 per alcuni monumenti nazionali. La sua attività di decoratore è dominata dalla realizzazione di 13 vetrate per la cattedrale Saint-Nicolas di Friburgo in Svizzera. La loro composizione rivela un influsso del Simbolismo e dell'Art Nouveau pur tuttavia rendendo omaggio alle tradizioni nazionali, non soltanto per quanto riguarda i temi ma anche per il rifiuto del naturalismo, dell'illusione della profondità a vantaggio del valore decorativo delle linee e dei colori. Lo stesso dicasi per le sue pitture da cavalletto, in particolar modo la stupenda serie di ritratti che l'artista fece alla sua sposa.

Lo scopo di questa mostra, che non è una retrospettiva, è quello di esporre una trentina di pitture, cartoni di affreschi e vetrate dell'artista appartenenti al periodo coperto dal museo d'Orsay.

Coordinatore


Philippe Thiébaut, conservatore capo del museo d'Orsay

La Mostra è stata allestita nell'ambito della Stagione polacca organizzata dalla Association Française d'Action Artistique (Associazione Francese di Azione Artistica) e dall'Istituto Adam Mickiewicz di Varsavia

16 giugno - 12 settembre 2004
Museo d'Orsay

piano medio_ sale 68 e 69


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Stampare

Facebook
TwitterInstagramYouTube