Musée d'Orsay: Splendore e miseria. Immagini della prostituzione, 1850-1910

Splendore e miseria. Immagini della prostituzione, 1850-1910

Henri de Toulouse-LautrecAu Moulin Rouge© The Art Institute of Chicago
Prima grande iniziativa dedicata al tema della prostituzione, questa mostra si propone di ripercorrere il modo in cui gli artisti, francesi e non, affascinati dagli attori e dai luoghi di questo fenomeno sociale, hanno instancabilmente cercato nuovi mezzi pittorici per rappresentarne gli aspetti reali e immaginari.

Dall'Olympia di Manet a L'assenzio di Degas, dalle incursioni nelle case chiuse di Toulouse-Lautrec e Munch agli audaci ritratti di Vlaminck, Van Dongen o ancora Picasso, questa mostra intende far luce sul ruolo centrale occupato da questo universo equivoco nello sviluppo della pittura moderna. Il fenomeno è trattato anche dal punto di vista sociale e culturale attraverso la pittura dei Salon, la scultura, le arti decorative e la fotografia. Una ricca documentazione permette infine di alludere allo status ambivalente della prostituta, perennemente in bilico tra lo splendore della donna mondana e la miseria della sgualdrina.

Il museo informa i signori turisti che alcune opere esposte in mostra possono urtare la sensibilità dei visitatori (in particolare quella dei più giovani).

Commissariato

Marie Robert e Isolde Pludermacher, conservatori al museo d'Orsay
Richard Thomson, professore di storia dell'arte all'Università di Edimburgo,
Nienke Bakker, conservatore al van Gogh Museum, Amsterdam

Scenografia

Robert Carsen, scenografo e art director


La mostra sarà presentata anche al museo Van Gogh, Amsterdam dal 19 febbraio al 4 giugno 2016

Mostra realizzata con la partecipazione straordinaria della Biblioteca nazionale di Francia







Il museo d'Orsay ringrazia per il loro generoso sostegno: Empreinte e La Maison Souquet



Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare

Facebook
TwitterInstagramGoogle+YouTubeDailymotion