Musée d'Orsay: Toulouse-Lautrec

Toulouse-Lautrec

Henri de Toulouse-Lautrec (1864-1901) 
 Panneau pour la baraque de la Goulue, à la Foire du Trône à Paris
 [Pannello per la baracca della Goulue alla Foire du Trône di Parigi] 
 1895
 Olio su tela
 Cm 298 x 316
 Parigi, museo d'Orsay
Henri de Toulouse-LautrecPannello per la baracca della Goulue alla Foire du Trône di Parigi© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / DR
Al generoso contributo di 28 quadri delle collezioni del museo Toulouse-Lautrec di Albi - città natale del pittore - va ad aggiungersi il prestito di numerosi quadri di collezioni private e di musei europei, russi ed americani. Sono altresì presenti al Grand-Palais cinque quadri di grande formato che possono essere annoverati tra le composizioni più ambiziose dell'artista. Stiamo parlando di: il salone della Rue des Moulins del museo di Albi, Al circo Fernando:la cavallerizza , Al ballo del Moulin de la Galette, Al Moulin Rouge dell'Art Institute of Chicago, e Al Moulin Rouge,la danza del Museo di Filadelfia. Circa 200 opere, di cui 80 pitture, una cinquantina di litografie, numerosi disegni, ma anche una decina di locandine ed alcuni oggetti di arte poco conosciuti hanno illustrato la diversità delle tecniche impiegate dal pittore, la cui ultima retrospettiva in Francia risale al 1964.

Discendente da una famiglia di nobili origini, segnato dalla deformità fisica, Toulouse-Lautrec (1864-1901)supera la sua dolorosa condizione fisica sfruttando al massimo le sue doti artistiche che, manifestatesi sin dalla sua più tenera infanzia, proseguono una tradizione di famiglia. Amante dei piaceri notturni in tutte le loro possibili forme- dall'opera al café-chantant e alle case chiuse-, Toulouse-Lautrec frequenta l'universo che gravita attorno alla bohème e alla società equivoca di Montmarte verso la quale egli volge uno sguardo umano privo di ogni compiacenza, libero da ogni giudizio di natura morale o sociale.

Il suo tratto acuto e veloce, pronto a cogliere le figure delle grandi star che calcano le scene parigine - Jane Avril, Loïe Fuller, Aristide Bruano...-, e ad esplorarne la psicologia, le sue composizioni audaci, non solo segnano in maniera profonda l'arte della locandina e dell'illustrazione ma anche le arti applicate che concorrono allo sviluppo dell'Art nouveau.
Toulouse-Lautrec si afferma così come una personalità di primo piano nella vita artistica francese a margine del XX secolo.
La mostra, attenendosi ad un percorso sia tematico che cronologico, si è posta l'obiettivo di illustrare questa opera sia dipinta che grafica dalle molteplici sfaccettature.

Commissari della mostra

Claire Frèches-Thory, conservatrice capo presso il museo d'Orsay, Anne Roquebert, conservatrice presso il museo d'Orsay e Richard Thompson, professore di storia dell'arte presso l'università di Edimburgo

La Mostra è stata altresì presentata alla Hayward Gallery di Londra dal 10 ottobre 1991 al 19 gennaio 1992

Tale mostra si è avvalsa del patrocinio della South Bank Center e di Ferruzi-Beghin-Say

22 febbraio - 1 giugno 1992

Parigi, Gallerie Nazionali del Grand Palais


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Stampare

Facebook
TwitterInstagramYouTube