Musée d'Orsay: Pierre Bonnard (1867-1947), l’eterna estate

Pierre Bonnard (1867-1947), l’eterna estate

ARCHIVIO
2018

Pierre Bonnard 
 (1867-1947)
 Crépuscule, dit aussi La partie de croquet [Crepuscolo, detto anche La partita di croquet]
 1892 
 Olio su tela
 Cm 130 x 162,5
  Parigi, museo d'Orsay, donazione di Daniel Wildenstein tramite la Associazione "Amis du Musée d'Orsay", 1985
Pierre Bonnard Crepuscolo© RMN-Grand Palais (Musée d'Orsay) / DR
La mostra Pierre Bonnard (1867-1947), l'eterna estate è organizzata al National Art Center di Tokyo a partire dalle collezioni del museo d'Orsay e completata da prestiti di musei giapponesi ed europei. Questa prima retrospettiva che Tokyo dedica a Bonnard dopo 37 anni è un evento straordinario.

Dipinti, disegni, manifesti, litografie e fotografie invitano a scoprire tutte le fasi della creazione del pittore francese che, durante l’intera carriera, si cimentò nel rappresentare soggetti ispiratigli dalla sua vita personale e dai suoi principali luoghi di villeggiatura: Parigi, la Normandia, il Sud della Francia. Tra i suoi temi prediletti vi è quello quelle donne alla toilette, spesso interpretate dalla sua compagna Marthe, in cui l’ambientazione e gli accessori svolgono un ruolo di primaria importanza.

La scoperta della Costa Azzurra nel 1909 stimolò la creatività di Bonnard, che rimase letteralmente folgorato dai paesaggi e dall’atmosfera edonista del Sud, da lui associati all’antico ideale dell’Arcadia. Le sue composizioni meridionali vibrano di molteplici sfumature di colore che permettono di rendere l’esuberanza della vegetazione e l’intensità della luce solare. Fu proprio questa parte della sua produzione, in cui si espresse in tutta libertà attraverso il colore e in formati monumentali, a procurargli l’ammirazione dei suoi contemporanei, tra cui Matisse, e un posto nel pantheon dei più grandi pittori del XX secolo. Durante la Seconda guerra mondiale, Bonnard si rifugiò nel suo Eden mediterraneo più volte trasfigurato dal lirismo della sua tavolozza e lì si spense nel 1947.

Commissariato

Isabelle Cahn, conservatrice capo al museo d’Orsay

26 settembre - 17 dicembre 2018

Tokyo, National Art Center


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare

Facebook
TwitterInstagramYouTube