Musée d'Orsay: Józef Mehoffer (1869-1946). Un pittore simbolista polacco

Józef Mehoffer (1869-1946). Un pittore simbolista polacco

ARCHIVIO
2004

1

2

3

4

5

pittura
Józef MehofferAutoritratto© Musée national de Poznán
Nell'ambito di questo progetto, l'arte polacca era già stata presa in considerazione: nel 2000 il museo d'Orsay aveva dedicato una mostra al pittore Jacek Malczewski (1854-1929), più grande di qualche anno di Mehoffer. Entrambi gli artisti possono essere annoverati tra le personalità più significative dell'avanguardia polacca che si sviluppa all'incirca negli anni compresi tra il 1890 e il 1918 con il nome di "Giovane Polonia", termine che indicava la ferma volontà di rompere, da un punto di vista plastico, con l'eredità del passato.

Per questo motivo, Mehoffer, contro il parere del suo maestro Jan Matejko (1838-1893), direttore della Scuola delle Belle-Arti di Cracovia e pittore famoso per le sue grandi evocazioni degli episodi tragici e gloriosi della storia polacca, si recò a Parigi nel 1891. L'artista visse in Francia fino al 1895 – questo soggiorno è rappresentato nella mostra da due opere del 1894 conservate al museo nazionale di Poznán, Piazza Pigalle a Parigi e Autoritratto. Questo viaggio era stato preceduto da un anno di studi a Vienna. Già in vita, l'artista ottenne un successo internazionale. La sua significativa partecipazione alle Esposizioni universali di Parigi nel 1900 e di Saint Louis nel 1904 gli valse una medaglia d'oro. Malczewski fu, inoltre, membro della Secessione viennese.

1

2

3

4

5


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Stampare

Facebook
TwitterInstagramYouTube