Musée d'Orsay: Abd Al Malik - Il giovane nero con la spada

Abd Al Malik - Il giovane nero con la spada

Abd Al Malik davanti al Giovane nero con la spada di Pierre Puvis de Chavannes© Fabien Coste
In occasione della mostra Il modello nero da Géricault a Matisse, il Museo d'Orsay invita Abd Al Malik. Il famoso poeta, rapper, slammer e saggista presenterà la sua nuova creazione realizzata con il coreografo burkinabé Salia Sanou e prodotta da Décibel Productions in partenariato con il Théâtre de la Ville.

Da quest’incontro è nato anche un live, accompagnato da un CD, che ricostruisce la vita del Giovane nero con la spada pubblicato da Présence Africaine in coedizione con il Museo d’Orsay e Flammarion.

4 - 7 aprile 2019
Museo d'Orsay
Auditorium niveau -2

Tariffe

Intero: 35 €
Ridotto: 30 €
Giovani e solidarietà: 8 €

Al completo

Il giovane nero con la spada

pittura
Pierre Puvis de ChavannesIl giovane nero con la spada© Musée d'Orsay, Dist. RMN-Grand Palais / Patrice Schmidt
"Il Giovane nero con la spada è innanzitutto il titolo di un dipinto di Pierre Puvis de Chavannes che mi ha sconvolto quando mi sono ritrovato di fronte alle opere della mostra. Per me che aspiravo a scrivere una lunga poesia, nel mio stile, sull’identità nell’era della globalizzazione, una poesia a metà tra il linguaggio poetico di Baudelaire e la filosofia di Glissant, questo quadro è stato una rivelazione.

Tra le altre tele dei maestri dell’Ottocento che avevo sotto gli occhi, come simboli della costruzione di uno sguardo, della creazione dell’Altro e di un inconscio collettivo razzializzato, il Giovane nero con la spada, per la sua peculiarità lampante in termini di simbolismo e di rappresentazione della figura nera, mi raccontava sentimentalmente una storia che apparteneva al mondo di povertà e di cemento che conosco da sempre. È stato quindi in modo del tutto spontaneo che quel giovane nero ha iniziato a esprimersi sotto la mia penna, proiettato nella nostra epoca, appena uscito di prigione, nel suo casermone di periferia.

La storia di questo giovane nero è spezzettata, frazionata. È una ribellione ritmata, declamata, rappata, slammata e cantata su una musica nera, bianca, meticcia, antica e moderna, fatta di frammenti melodici, di sample musicali disparati, il cui accostamento accidentale vedrà nascere, contro ogni aspettativa, novità e armonia. Tutto ciò come allegoria del percorso del giovane nero di questa storia e delle nuove generazioni, a cui appartengo, nate in Europa ma radicate nell’antico continente africano”.
Abd Al Malik

Creazione e interpretazione: Abd Al Malik
Coreografia: Salia Sanou
Coproduzione: Museo d'Orsay, Décibels Production e Théâtre de la Ville

Incontro con Abd Al Malik, Salia Sanou e il team artistico

domenica 7 aprile al termine ella rappresentazione

 
gio 4 aprile 2019 - 20h00
ven 5 aprile 2019 - 20h00
sab 6 aprile 2019 - 20h00
dom 7 aprile 2019 - 15h00
Museo d'Orsay
Auditorium niveau -2

Durata Circa 75 minuti