Mostra

Il modello nero da Géricault a Matisse

Du 26 Marzo au 21 Luglio 2019
Jean-Léon Gérôme-Etude d'après un modèle féminin pour A vendre, esclaves au Caire
Jean-Léon Gérôme
Etude d'après un modèle féminin pour "A vendre, esclaves au Caire", vers 1872
Collection particulière
© Photo courtoisie Galerie Jean-François Heim - Bâle / DR

Adottando un approccio multidisciplinare, tra storia dell’arte e storia delle idee, questa mostra si concentra sulle problematiche estetiche, politiche, sociali e razziali, oltre che sull’immaginario sotteso alla rappresentazione delle figure nere nelle arti visive, dall’abolizione della schiavitù in Francia (1794) fino ai nostri giorni. Pur offrendo una prospettiva d’insieme, essa si sofferma in particolare su tre periodi cruciali: l’era dell’abolizione (1794-1848), il periodo della Nuova pittura fino alla scoperta, da parte di Matisse, del Rinascimento di Harlem e, infine, i primordi delle avanguardie novecentesche e le successive generazioni di artisti post-bellici e contemporanei.
La mostra si interessa soprattutto alla questione del modello e quindi al dialogo tra l’artista che dipinge, scolpisce, incide o fotografa e il modello che posa. Nello specifico, è esplorato il modo in cui evolve la rappresentazione dei soggetti neri nelle principali opere di Théodore Géricault, Charles Cordier, Jean-Baptiste Carpeaux, Edouard Manet, Paul Cézanne e Henri Matisse, come pure nelle fotografie di Nadar e Carjat.

The exhibition is now over.

See the whole program
For further

Detailed presentation of the exhibition

Read