Degas et son modèle

/
Maurice Denis
Degas et son modèle
vers 1906
huile sur toile
H. 38,0 ; L. 46,0 cm.
Don Canal+, par l'intermédiaire de la société des Amis du musée d'Orsay, 1992
© Musée d’Orsay, Dist. RMN-Grand Palais / Patrice Schmidt
Maurice Denis
Degas et son modèle
vers 1906
huile sur toile
H. 38,0 ; L. 46,0 cm.
Don Canal+, par l'intermédiaire de la société des Amis du musée d'Orsay, 1992
© RMN-Grand Palais (Musée d’Orsay) / Hervé Lewandowski
Maurice Denis
Degas et son modèle
vers 1906
huile sur toile
H. 38,0 ; L. 46,0 cm.
Don Canal+, par l'intermédiaire de la société des Amis du musée d'Orsay, 1992
© Musée d'Orsay / Sophie Crépy
Maurice Denis (1870 - 1943)

Maurice Denis, che frequenta Degas sin dal 1901, ci consegna, tramite quest'opera, una scena familiare ispirata alla vita del maestro. Il dipinto raffigura un Degas barbuto e dall'aria molto assorta, che indossa un berretto e un'ampia palandrana. Alla sua sinistra, appare la sua giovane modella il cui profilo è raffigurato con vivacità mentre il suo viso è celato da una veletta. La struttura di questa scena è delineata in uno di quei famosi taccuini in cui Degas era solito annotare le sue note di colore e buttare giù i suoi rapidi schizzi. Sullo sfondo, sono disposti alcuni disegni del maestro, in una tonalità di colori grigi, beige, bruni, rosso carminio e verde. Quasi nascosti dai protagonisti, è possibile, tuttavia, distinguere un nudo di donna e una ballerina in tutù.
Tradizionalmente, questo ritratto è datato 1904 in relazione alla testimonianza di P.-A. Lemoisne, il primo biografo di Degas: "È proprio intorno al 1904, a seguito di una visita al suo vecchio maestro, che Maurice Denis dipinse a memoria questa tela" (Degas e la sua opera, tomo 1). Maurice Denis, tuttavia, raffigura Degas vestito nello stesso modo, in una tela del 1906 (Troyes, museo d'Arte Moderna). Per i ritratti esposti al Museo d'Orsay e al museo di Troyes esistono, nella fattispecie, due disegni preparatori che sembrano essere contemporanei per il loro possente grafismo e che farebbero posticipare la datazione del quadro al 1906.
Nonostante le numerose rappresentazioni dipinte o scolpite di Degas di cui abbiamo conoscenza, nessuna di esse dà dell'artista una visione così piena di vita ed evocatrice. D'altronde, è proprio questo il quadro che Ambroise Vollard, nel 1917, sceglie per commissionare a Maurice Denis un'acquaforte destinata ad una raccolta dedicata a Degas e realizzata subito dopo la morte del grande artista.

Artwork not currently exhibited in the museum
Notizie sulla collezione