Futur

Fernand Khnopff
Futur
en 1898
buste en marbre, légère polychromie, couronne de laurier en laiton et cuivre
H. 45,5 ; L. 28,0 ; P. 20,0 cm.
2006
© RMN-Grand Palais (Musée d’Orsay) / Hervé Lewandowski
Fernand Khnopff (1858 - 1921)
Niveau médian, Salle 59

Nel 1898, Fernand Khnopff, artista simbolista belga, è uno degli invitati d'onore alla prima Secessione viennese. L'artista prende parte all'evento inviando sedici quadri e quattro sculture, tra le quali figura questa Giovane donna inglese, che il critico Ludwig Hevesi descrive con queste parole: "donna ideale di marmo bianco –dalle labbra serrate- [...] lumeggiata con tracce di colore di squisita finezza. [...] La forma evanescente si accorda perfettamente con il modo in cui il colore è stato trattato. Anche in quest'aspetto possiamo cogliere la sensualità, ma quella di Khnopff ha qualche cosa di vampiresco".
Come nel caso di alcuni martiri, il cranio della statua è tagliato a livello della fronte. I visitatori della mostra del 1898 potevano in quegli anni vedere questo dettaglio? Hevesi ricorda un foulard con piccole stelle celesti. Alcuni scatti mostrano il marmo decorato con una corona di foglie, mentre nella fotografia più vecchia si vede la Giovane Inglese senza foulard e senza corona. Adesso la fronte è ornata con una corona di alloro.
Khnopff ha conferito al busto gli stessi lineamenti della sorella Marguerite, alla quale egli era legato da un profondo affetto e, anche il marmo, ha gli stessi occhi azzurri slavati dell'artista. Possiamo dunque vedervi l'espressione di un mito che affascina gli artisti simbolisti: il mito "dell' androgino originale" evocato da Platone ne Il Banchetto, un essere duplice che Zeus, in un momento di collera, divide in due. All'origine della ricerca dell'amore e del desiderio di unione ci sarebbe proprio questa mutilazione. Forse, celato da un titolo che inganna, Una giovane donna inglese, esprime il sogno di Khnopff di congiungersi con la tanto amata sorella Marguerite.