La Dame au gant

Carolus-Duran
La Dame au gant
1869
huile sur toile
H. 228 ; L. 164 cm avec cadre H. 281 ; L. 216,5 cm; pds. 76 kg.
Achat à Carlous-Duran, 1875
© RMN-Grand Palais (Musée d’Orsay) / Hervé Lewandowski
Carolus-Duran (1837 - 1917)
Rez-de-chaussée, Galerie Seine

La signora con il guanto, ritratto in piedi a grandezza naturale della giovane moglie dell'artista, riscosse un grande successo in occasione della sua esposizione al Salon del 1869, dove ottenne una medaglia. Considerata dalla critica come l'archetipo del ritratto solenne, l'opera rivela una sobrietà di composizione, una padronanza del disegno ed una delicatezza nell'uso contenuto della gamma cromatica che ricordano David ed Ingres. Risaltando su uno sfondo spoglio ridotto ad una variazione di grigi e di neri, al quale si sovrappongono le tonalità scure e cangianti dell'abito, tre elementi concorrono ad attirare l'attenzione: il viso e l'acconciatura civettuola della giovane donna, le mani una delle quali è nuda mentre l'altra indossa un guanto di colore grigio perla ed infine l'altro guanto, posato in terra, messo in risalto dalla firma, in rosso, del pittore. Questo dettaglio, apparentemente aneddotico, inserisce l'opera in una immediata modernità e ci permette di capire il motivo per cui Emile Zola vede in Carolus-Duran un discepolo di Manet.

Notizie sulla collezione