Le Canal du Loing

Alfred Sisley
Le Canal du Loing
en 1892
huile sur toile
H. 73,5 ; L. 92,5 cm.
Don d'un groupe d'amis de l'artiste, 1899
© RMN-Grand Palais (Musée d’Orsay) / Hervé Lewandowski
Alfred Sisley (1839 - 1899)

Nel 1880, si verifica una profonda frattura nella vita di Sisley e nella sua opera. Il pittore abbandona il dipartimento di Senna e Oise dove risiedeva e lavorava dal 1871 per stabilirsi in quello di Senna e Marna dove abita fino alla sua morte avvenuta nel 1899. L'artista s' installa in modo definitivo a Moret-sur-Loing nel settembre del 1882, attratto senza dubbio dal carattere pittoresco di questa cittadina e dalla sua posizione favorevole sulle rive del Loing.
Nel corso degli ultimi venti anni della sua esistenza, Sisley dipinge spesso lungo questo corso d'acqua o sulle rive della Senna, nel comune vicino di Saint-Mammès. Esattamente in questo luogo, si trova il punto di confluenza di questi due fiumi. Sisley fissa ugualmente numerose vedute del canale che segue il corso del Loing per una cinquantina di chilometri.
In questo caso, l'artista realizza un'impaginazione originale. Egli si è messo in un punto in cui il canale incomincia a curvare e, attraverso una fila di pioppi dai tronchi nudi, s' intravede la sponda opposta. Questo modo di trattare il soggetto ricorda gli effetti di prospettiva ottenuti un tempo con le strade tortuose che scomparivano all'orizzonte.
Un ampio spazio è riservato al cielo. D'altronde, l'anno in cui firma questa pittura, Sisley spiega così, al critico Tavernier la sua arte: "il cielo costituisce lo sfondo dei miei quadri [...] Insisto su questa parte di paesaggio perché vorrei riuscire a far comprendere l'importanza che le attribuisco [...] io, comincio sempre le mie tele dal cielo".

Artwork not currently exhibited in the museum