Le Rêve

Pierre Puvis de Chavannes
Le rêve
en 1883
huile sur toile
H. 82,0 ; L. 102,0 cm.
Donation d'Etienne Moreau-Nélaton, 1906
© Musée d’Orsay, Dist. RMN-Grand Palais / Patrice Schmidt
Pierre Puvis de Chavannes (1824 - 1898)

Nel catalogo del Salon des artistes français del 1883 il soggetto della tela Il Sogno di Pierre Puvis de Chavannes viene accuratamente descritto: Il Sogno! "Il protagonista vede apparirgli in sogno L'Amore, la Gloria, e la Ricchezza".
Sotto un bel chiaro di luna, un giovane uomo, probabilmente un viaggiatore come lascia supporre il fagotto messo di lato, sta dormendo ai piedi di un albero. Tre giovani donne gli appaiono in sogno, volando nel cielo stellato: la prima con le rose in mano evoca l'Amore, la seconda brandisce una corona di alloro che simboleggia la Gloria mentre l'ultima sparge in terra le monete porta Fortuna. Il paesaggio è descritto con una grande economia di mezzi. Le forme dei diversi elementi del paesaggio sono semplificate all'estremo e diventano grandi zone dipinte con strisce uniformi e piatte di colore.
Puvis de Chavannes ricorre ad una tavolozza ridotta, dalle tonalità smorzate che solo il chiarore della luna crescente illumina. Il pittore riprende in questo quadro di cavalletto, il linguaggio plastico delle grandi composizioni decorative che decreteranno la sua fama. Etienne Moreau-Nélaton, grande ammiratore di Puvis de Chavannes acquista il Sogno nel 1899. Nel 1906, a seguito della generosa donazione effettuata dal collezionista, questo quadro entra a far parte delle collezioni nazionali.

Niveau médian, Salle 59