In Memoriam (nu féminin)

Edward Steichen
In Memoriam (nu féminin)
en 1904
épreuve au platine et à la gomme bichromatée
H. 47,6 ; L. 36 cm avec montage H. 59,5 ; L. 47,5 cm
Acquis en vente publique par les Musées nationaux, 1999
Estate of Edward Steichen © Musée d’Orsay, Dist. RMN-Grand Palais / Patrice Schmidt
Edward Steichen (1879 - 1973)
Artwork not currently exhibited in the museum

L'autore di questo nudo di carattere monumentale considerato uno dei capolavori del pittorialismo fotografico è Steichen, sommo esponente del movimento Photo-Secession. Nato in Lussemburgo ma cresciuto nel Wisconsin dove la sua famiglia è emigrata nel 1889, su invito di Alfred Stieglitz nel 1902 Steichen aderisce a Photo-Secession dove avrà un ruolo di primo piano. È proprio Steichen, che si afferma anche come un eccellente fotografo, a far conoscere agli altri membri del movimento le avanguardie pittoriche e scultoree francesi che egli aveva scoperto in occasione dei suoi vari soggiorni a Parigi.
Come molte altre fotografie pittorialiste, questo nudo è sfocato, il che accentua la sensazione di mistero introdotta dalla posizione ricercata della modella che nasconde il viso. La maniera in cui la figura occupa lo spazio, rivela il talento da regista di Steichen. Nonostante l'astrazione accentuata dal chiaroscuro che avvolge l'insieme, sentiamo il peso carnale del corpo della donna ritratta, fatto questo abbastanza insolito nei nudi di Steichen, di solito più eterei. Steichen avrebbe scattato quest'immagine durante un suo soggiorno a Parigi nel 1900 per poi ricavarne una copia fotografica una volta fatto ritorno negli Stati Uniti. Tutto questo, però, dopo che la modella ritratta, innamorata di lui, si era uccisa per amore, da cui il titolo In Memoriam, di stile simbolista come tutta la composizione.