Pommes et oranges

/
Paul Cézanne
Pommes et oranges
vers 1899
huile sur toile
H. 74,0 ; L. 93,0 cm.
Legs comte Isaac de Camondo, 1911
© Musée d’Orsay, Dist. RMN-Grand Palais / Patrice Schmidt
Paul Cézanne
Pommes et oranges
vers 1899
huile sur toile
H. 74,0 ; L. 93,0 cm.
Legs comte Isaac de Camondo, 1911
© RMN-Grand Palais (musée d'Orsay) / Sylvie Chan-Liat
Paul Cézanne
Pommes et oranges
vers 1899
huile sur toile
H. 74,0 ; L. 93,0 cm.
Legs comte Isaac de Camondo, 1911
© RMN-Grand Palais (Musée d’Orsay) / Hervé Lewandowski
Paul Cézanne
Pommes et oranges
vers 1899
huile sur toile
H. 74,0 ; L. 93,0 cm.
Legs comte Isaac de Camondo, 1911
© RMN-Grand Palais (Musée d’Orsay) / Hervé Lewandowski
Paul Cézanne (1839 - 1906)

Benché Cézanne dipinga nature morte sin dagli esordi della sua carriera, questo genere conquista un posto di primo piano nell'opera del pittore soltanto nel periodo della piena maturità dell'artista, epoca alla quale appartiene appunto questa tela.
Il quadro rientra in una serie di sei nature morte realizzate nel 1899 nella bottega parigina di Cézanne. In tutti questi sei dipinti sono infatti presenti gli stessi oggetti: piatti di maiolica, un boccale con decorazioni floreali. Simile è anche il principio di composizione di queste tele: in tutti i sei quadri compare una carta da parati che chiude la prospettiva evocando, in questo modo, le nature morte fiamminghe del XVII secolo. Tuttavia, l'effetto dinamico creato da una costruzione spaziale soggettiva e complessa e da un'altrettanto soggettiva percezione degli oggetti sottolineano l'atteggiamento principalmente pittorico di Cézanne.
Tramite questo linguaggio plastico di grande rigore, Cézanne rinnova profondamente un genere tradizionale della pittura francese dall'epoca di Chardin. La modernità e la sontuosità di Mele e arance fanno di questo quadro la più importante natura morta mai dipinta dall'artista alla fine degli anni novanta del XIX secolo.

Artwork not currently exhibited in the museum
Notizie sulla collezione