Musée d'Orsay: Picasso / Manet : Colazione sull'erba

Picasso / Manet : Colazione sull'erba

ARCHIVIO
2008

1

2

3

4

Pablo PicassoColazione sull'erba ispirata all'opera di Manet, 13 marzo 1962© Succession Picasso 2008 - RMN-Grand Palais / Martine Beck-Copolla

1932 : Picasso-Manet

Sul retro di una busta della galleria Simon, con ogni probabilità nel 1932, Picasso scrive: "Alla vista della Colazione sull'erba di Manet intravedo dolori futuri". Non è affatto frequente che l'artista rediga, direttamente di suo pugno, commenti sui pittori o sulle loro opere. L'affermazione che abbiamo testé riportato riveste dunque un carattere ancor più eccezionale se si considera che la stessa è riferita ad un quadro specifico; tale dichiarazione proietta l'artista in un futuro indefinito ma in qualche misura delineato in quello che si profila come un incontro annunciato.

Nel corso della sua carriera, Picasso ha rivisitato le opere di vari artisti tra i quali Cranach, Poussin, Vélasquez, Rembrandt, David, Delacroix, Courbet. Tuttavia, l'esperienza che il celebre maestro spagnolo della pittura del XX secolo porta avanti con il quadro di Manet è, senza tema di smentita, la più profonda e la più complessa di tutte quelle che l'artista abbia mai intrapreso.

1863 : Manet, La colazione sull'erba

Edouard Manet
 (1832-1883)
 Le déjeuner sur l'herbe
 [ La colazione sull'erba]
 1863
 Olio su tela
 Cm 208 x 264 
 Parigi, museo d'Orsay, donazione Etienne Moreau Nélaton, 1906
Edouard ManetLa colazione sull'erba© RMN -Grand Palais(Musée d'Orsay) / Hervé Lewandowski
Tra tutte le opere che Picasso sceglie per le sue "varianti", La colazione sull'erba è quella a lui più vicina da un punto di vista cronologico. L'eco dello scandalo che questo quadro ha suscitato al Salon des Réfusés del 1863 è ancora molto viva. Manet è considerato un "antico maestro" moderno. A detta di Georges Bataille, la modernità di Manet e questo suo essere "sovversivo" sono elementi di fondamentale importanza per Picasso il quale, dalla presentazione di Les Demoiselles d'Avignon nel 1907, si addossa il peso di tutte le fronde artistiche.


La colazione sull'erba è una tela in cui sono affrontate varie tematiche:

- Il riferimento ai maestri antichi in primo luogo. Manet si è infatti ispirato al Concerto campestre di Tiziano, tela custodita presso il museo del Louvre e al Giudizio di Paride, incisione che Marcantonio Raimondi trae dall'analoga opera di Raffaello andata smarrita.


- Vi è poi il tema del nudo. "A quanto pare, è necessario che io dipinga un nudo. Ebbene, ne farò uno", aveva dichiarato Manet ad Antonin Proust.


- Un altro tema affrontato è appunto quello del soggetto, pretesto per ogni sorta di esasperazione, "l'unica possibilità che abbiamo per giudicare questa come un'opera perfettamente casta è quella di immaginare, seduta nel bosco e circondata da studenti in giacca e berretto, una ragazza coperta soltanto dall'ombra delle foglie" (Ernest Chesneau, citato da Françoise Cachin in Manet, RMN, 1983).


- Ed infine, il tema relativo alla pittura di plein air di cui quest'opera è, secondo Emile Zola, un esempio perfetto. "L'aspetto che emerge dal quadro, […] è proprio questo vasto insieme,

questo angolo di natura dal vero resa con una semplicità così appropriata…".


Tutte queste problematiche sono affrontate da Picasso in quattro tempi.

1

2

3

4


Aumentare la fonte Diminuire la fonte Inviare ad un amico Stampare

Facebook
TwitterInstagramYouTube